ASSO DI MONNEZZA di Ulderico Pesce a Cosenza sabato 26 gennaio

  • 17 Gennaio, 2013 11:59

Sabato 26 gennaio 2013

area ex officine ferroviarie

20.00 – aperitivo sociale

21.00 – spettacolo

e dopo… desinenze…

Asso di Monnezza: i traffici illeciti di rifiuti in Italia, racconta i traffici illeciti dei rifiuti urbani e soprattutto di quelli industriali, che attanagliano l’Italia tanto da far dire che il vero asso nella manica è “quello di monnezza”, vale a dire che l’immondizia smaltita illegalmente offre una grande possibilità di arricchimento soprattutto alla malavita.

E’ la storia di Marietta e della sua famiglia. Marietta è nata nella periferia di Napoli, a Pianura. Il balcone della sua casa si affaccia su una discarica di “monnezza” dove da 40 anni sono state sversate tonnellate di rifiuti, tra i quali 1000 tonnellate di liquidi chimici pericolosissimi provenienti dall’Acna di Cencio. Nata in una famiglia poverissima il suo primo giocattolo l’ha trovato proprio in questa discarica: una bambolina spelacchiata che ancora conserva; ma la discarica e i suoi fumi tossici le ha portato via tutta la famiglia, i genitori e una sorella stroncati da tumori.

Rimasta sola Marietta si sposa con Nicola e va ad abitare in una masseria agricola a Giugliano, alle porte di Napoli, dove presto arriverà un’altra discarica: dove arriva Marietta arrivano le discariche.

Marietta è marchiata dalla “monnezza” pertanto la odia ma, dopo un viaggio fatto a casa della sorella Marisa, nel quartiere Colli Aniene di Roma, dove si fa la raccolta differenziata porta a porta, e dove i rifiuti vengono riciclati, cambia vita. Torna a Giugliano, che come sempre è sommersa dai rifiuti e cerca, invano, di convincere le autorità a praticare gli stessi metodi scoperti nel quartiere di Roma. Nulla potendo comincia a praticare la raccolta differenziata porta a porta in assoluta autonomia e grazie all’aiuto dei figli Antonio e Vincenzo.

Se Marietta e i figli raccolgono l’immondizia il marito Nicola e l’altro figlio Cristian la “nascondono”, nel senso che sono due malavitosi che smaltiscono, in cambio di molti quattrini, rifiuti industriali pericolosissimi provenienti dal Nord che loro gettano nel mare, nei fiumi, in discariche o direttamente sulla terra agricola.

Il conflitto tra Marietta e il marito Nicola diventa il conflitto tra due modi di concepire l’ambiente la legalità e la vita in genere.

bottle tree

  • 13 Dicembre, 2012 21:01

Sabato 15 Dicembre si inaugura Bottle Tree! L’appuntamento è alle ore 16: 30 presso la sala Gullo della Casa delle Culture di corso Telesio per un incontro dibattito coordinato da Mimma Pasqua con l’artista Silvia Cibaldi sul tema dell’ ” Arte come laboratorio partecipato”.

A seguire apertura esposizione di alcune opere dell’artista e proiezione del Video documento Bottle Tree con l’accensione delle luci dell’albero accompagnati da buona musica tradizionale…e squisiti dolci dalla palestina ………!
a seguire apertura esposizione di alcune opere dell’artista e proiezione del Video documento “the Bottle tree” di Alessandro Gordano e Nicola Labate .
Alle 18:30 ci si sposta presso la confluenza dei Fiumi/Largo Alarico per la fest

Bottle Tree è un progetto d’arte collettiva promosso dalle Officine Babilonia che dal 20 novembre al 15 di dicembre ha visto impegnati in alcuni quartieri della città, diverse associazioni che lavorano sul territorio nel laboratorio di riuso creativo condotto da Merusca Staropoli e Gianluca Salomone.

Il sette dicembre alle Officine!

  • 30 Novembre, 2012 13:17

Le Officine riaprono dopo mesi di “forzosa” chiusura.

Un fuori programma per il VIVAlab

venerdì 7 dicembre 2012 ore 19.00
c/o Officine Babilonia, via popilia 39 / viale mancini COSENZA

video installazioni
azioni musicali
libera circolazione di idee…